Il LASER VASCOLARE è utilizzato per trattare i capillari del viso e delle gambe (teleangectasie, microvarici) e le principali lesioni vascolari (angiomi, couperose, eritrosi).

ND YAG

E' un tipo di laser indicato in modo particolare per trattare i capillari e le microvarici.
Il laser ND-Yag riesce a trattare anche capillari di una certa consistenza (1-3 millimetri di diametro) ed attualmente viene considerato il sistema laser che può dare i migliori risultati per le teleangectasie degli arti inferiori, sia per quelle superficiali di colore blu (ma anche di colore rosso).
L’effetto del calore concentrato sui piccoli vasi sanguigni (capillari) provoca un collasso delle pareti del vaso e quindi la sua chiusura. Di conseguenza, il colore roseo o rosso-blu si attenua o sparisce. Si tratta di un laser vascolare dotato di una alta penetrazione attraverso la pelle. Il capillare viene chiuso dall’energia laser, la cute non viene assolutamente danneggiata.
Per far scomparire la maggior parte dei capillari presenti sono in genere necessarie diverse sedute, a seconda del quadro clinico di ogni paziente.
Il laser ND YAG a impulso lungo è quello che ha dato i risultati migliori nel trattamento dei capillari delle gambe.

Preparazione al trattamento

Evitare assolutamente l'esposizione ai raggi solari e/o a lampade abbronzanti nelle settimane precedenti al trattamento, non assumere farmaci che aumentino la sensibilità della pelle alla luce.

Periodo post-operatorio

Applicare una pomata antibiotica/cicatrizzante per alcuni giorni sulla superficie trattata. I filtri solari sono indispensabili prima di esporre la zona trattata ai raggi solari per evitare iperpigmentazioni.

ERBIUM YAG

Questo è un laser ablativo utilizzabile per rimuovere diverse neoformazioni cutanee benigne con il minimo esito cicatriziale e per il trattamento di resurfacing del volto.
Mediante il laser Erbium vengono vaporizzati l’epidermide e parte del derma: poiché la vaporizzazione tessutale è molto superficiale, per la rimozione di una neoformazione (ad esempio una cheratosi seborroica) sono necessari più passaggi. Ciò consente una maggiore precisione nell’asportazione, con ridotto rischio di esiti cicatriziali e minimo danno termico ai tessuti circostanti.
Le principali neoformazioni cutanee dove trova indicazione l’uso del laser Erbium sono: le cheratosi seborroiche, gli xantelasmi, i nevi epidermici e dermici, le verruche piane e le macchie. Dopo la guarigione, la pelle resta arrossata per un periodo variabile, di solito per alcuni giorni; in questo periodo è necessario fare uso di make-up coprenti a schermo solare totale ed evitare il più possibile di esporsi al sole.
E’ molto importante non grattare le croste presenti, per il rischio di causare una cicatrizzazione di cattiva qualità.

 

Se vuoi approfondire prenota la tua visita c/o il nostro Studio Specialistico di Ravenna

EN